“VUOTO CON MEMORIA” VIDEOINSTALLAZIONE DI SILVIA LELLI, AL MAR.

Vuoto, con memoria, uno spazio liberato dalle passioni, dal quotidiano, dalla negatività dell’esistenza umana. Un limbo. Tenuto lontano dall’oggi. Ora è messo in dialogo e mostra la sua luce uscendo parzialmente e solo momentaneamente dall’ombra. Spazio che ritorna puro stato, fondamenta, incrocio di muri, corridoi, soffitti, comunque evocativo di presenze evanescenti, in senso letterario e filmico, ancor più che derivanti dalla figurazione pittorica e fotografica. Interviene anche la bellezza dell’ascolto dello spazio interno (quasi un’introspezione) e dello spazio esterno (suoni e rumori della campagna e del lavoro). Sequenza di spazi, camere racchiuse fra muri ricchi di tracce, ma aperti come vasi comunicanti. Spazi monocolore privi di felicità e dolore pronti a proiettarci in un futuro che ci assicuri storia e oblio. La memoria del luogo la sento nei sussurri e nel aluginio di qualche luce. Ma in fondo è così vaga e flebile, non la vedo.

Silvia Lelli